Le pubblicazioni su Nursind Sanità riprenderanno a settembre

Vaccini, disco verde del Ministero al siero AstraZeneca fino ai 65 anni

23 Febbraio 2021

Dopo il parere di Cts e Aifa e sulla base di nuove evidenze scientifiche, arriva la circolare. La platea si allarga anche a soggetti che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19

di NS

Dal ministero della Salute arriva il disco verde alla somministrazione del vaccino AstraZeneca nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 65 anni. Non più, quindi, fino ai 55 anni, prima soglia indicata dal Comitato tecnico scientifico dell’Aifa. La decisione, come riporta la circolare emanata dal Ministero, è arrivata dopo il parere dell’Aifa stessa e del Cts  e in seguito a “nuove evidenze scientifiche che riportano stime di efficacia del vaccino superiori a quelle precedentemente riportate, e dati di immunogenicità in soggetti di età superiore ai 55 anni, nonché nuove raccomandazioni internazionali tra cui il parere del gruppo Sage dell’Oms”.


Cosa cambia, in base alla circolare? Come riporta il testo, “relativamente alla categoria 6 del documento ‘Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, agg.to 8 febbraio 2021’, il vaccino Covid-19 Vaccine AstraZeneca può essere offerto fino ai 65 anni (coorte 1956) compresi i soggetti con condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19 senza quella connotazione di gravità riportata per le persone definite estremamente vulnerabili. Ciò in attesa dell’aggiornamento del suddetto documento”.