Le pubblicazioni su Nursind Sanità riprenderanno a settembre

Vaccini, l’Europa fa sponda a Biden sui brevetti

06 Maggio 2021

Dagli States sostegno a una moratoria dei diritti di proprietà intellettuale sui preparati contro il Covid-19. Von der Leyen: “Pronti a discutere le modalità della proposta americana”

di NS

L’Europa batte un colpo sui brevetti e apre alla proposta dell’amministrazione Biden per la revoca della proprietà intellettuale. La presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, intervenendo alla decima edizione di State of the Union, infatti, non solo ha sottolineato come l’Ue sia “l’unica regione a esportare vaccini su larga scala”, ma ha anche aggiunto: “L’Ue è pronta a discutere ogni proposta per affrontare la crisi in modo pragmatico. Ed e’ il motivo per cui siamo pronti a discutere le modalità della proposta americana per la revoca della proprietà intellettuale sui vaccini”.

Ad imprimere un’accelerazione sul nodo dell’accessibilità dei vaccini è stata nella tarda serata di ieri l’amministrazione di Joe Biden, mentre la riunione del Consiglio generale dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto) si chiudeva senza arrivare ad un accordo. Qual è il segnale arrivato dagli States? Il sostegno a una moratoria dei diritti di proprietà intellettuale sui vaccini contro il Covid-19. Una posizione che va insomma nella direzione di quanto chiesto da Paesi come India e Sudafrica e che subito è stata salutata con favore dal direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Questo è un momento monumentale nella lotta contro il Covid-19 – ha scritto su Twitter -. L’impegno di Joe Biden e dell’Ambasciatore Tai per sostenere la rinuncia alle protezioni di brevetto sui vaccini è un potente esempio degli Usa per affrontare le sfide della salute globale”.

Appena rimbalzata in Italia, la notizia è stata subito rilanciata. Per esempio da Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra italiana, in prima fila nella battaglia per la sospensione dei brevetti per consentire l’accesso ai vaccini, che ha subito scritto: “Gli Usa favorevoli alla revoca delle protezioni sui brevetti dei vaccini. Ora i Paesi Ue e il Governo Draghi abbiano il medesimo coraggio e la stessa posizione dell’amministrazione Biden, per salvare vite umane in tutto il mondo”. E stamani anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha affidato ad un post sui social il suo commento: “La svolta di Biden sul libero accesso per tutti ai brevetti sui vaccini è un importante passo in avanti. Anche l’Europa deve fare la sua parte. Questa pandemia ci ha insegnato che si vince solo insieme”. Pure il Movimento cinque stelle aveva fatto sentire la sua voce, lanciando – attraverso i capigruppo di Camera e Senato Davide Crippa e Ettore Licheri -“un’importante iniziativa politica trasversale per la liberalizzazione della produzione dei vaccini anti-Covid”.

Leggi anche:
Vaccini, Farmindustria: “Le iniziative internazionali sui brevetti preoccupano”
Covax a rilento e dosi con il contagocce ai Paesi poveri. Così aumentano le diseguaglianze