Sanità digitale, Consip aggiudica la prima gara

26 Aprile 2022

L’Accordo quadro, dal valore di 1 miliardo di euro, interviene su telemedicina e cartella clinica elettronica, anche in coerenza con la Missione 6 del Pnrr dedicata alla Salute

di NS

La Consip, centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana, ha aggiudicato la prima gara di Sanità digitale, dedicata ai sistemi informativi clinico-assistenziali – Telemedicina e Cartella Clinica Elettronica – nell’ambito delle gare strategiche del nuovo “Piano Triennale per l’informatica nella Pa”. Insieme alla gara per i Sistemi informativi sanitari e servizi al cittadino – pubblicata a fine 2021 – e alla gara Sistemi informativi gestionali – che sarà bandita a breve – fa parte di un pacchetto di tre iniziative dedicate alla Sanità digitale con l’obiettivo di mettere a disposizione delle amministrazioni del Servizio sanitario nazionale servizi applicativi e di supporto alla trasformazione digitale della Sanità pubblica, anche in coerenza con la Missione 6 del Pnrr dedicata alla “Salute”, in linea con l’approccio “One-Health”.

L’Accordo quadro aggiudicato ha un valore complessivo di 1 miliardo di euro ed è suddiviso in 6 lotti: 4 lotti dedicati ai servizi applicativi, di cui 2 per la Cartella clinica elettronica e 2 per la Telemedicina – (sviluppo ed evoluzione software, migrazione applicativa, configurazione e personalizzazione di soluzioni software, manutenzione adeguativa e correttiva,  conduzione applicativa e infrastrutturale, etc.); 2 lotti dedicati ai servizi di supporto (project management, supporto al monitoraggio, change management, PMO e demand management, digitalizzazione dei processi sanitari, IT Strategy ed Advisory).

L’Accordo quadro è del tipo multi-fornitore per i lotti dedicati ai servizi applicativi e mono-fornitore per i lotti dedicati ai servizi di supporto e prevede due diverse modalità di acquisto: ordine diretto che, come spiega la parola stessa, permette di effettuarlo (a condizioni tutte fissate) in modo diretto e rapido, senza necessità di una propria gara; appalti specifici, che permettono di mettere in competizione i fornitori aggiudicatari, introducendo ulteriori aspetti tecnico/economici rispetto a quanto già previsto da Consip.

Sempre più vicini ai nostri lettori.
Segui Nursind Sanità anche su Telegram