Salute mentale, nasce il primo Osservatorio nazionale in Italia

17 Giugno 2022

L’organismo, presieduto dall’ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin, punta a essere uno strumento utile “non solo per i cittadini ma anche per medici e psichiatri”

di NS

È nato il primo Osservatorio nazionale sulla salute mentale in Italia, un progetto voluto e promosso da Edra e dalla Fondazione BrfIstituto per la Ricerca in Psichiatria e Neuroscienze. “Un progetto importante – sottolineano i promotori – in considerazione del periodo storico che stiamo vivendo”. Durante il webinar di presentazione sono stati illustrati mission, modalità e obiettivi dell’Osservatorio, finalizzato a monitorare non solo lo stato di salute mentale del nostro Paese, ma anche esigenze e necessità di medici e psichiatri. Presidente sarà la deputata del Pd ed ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin e direttore Armando Piccinni, presidente della Fondazione Brf.

“Soprattutto dopo la pandemia – spiega Piccinni – ci siamo resi conto della necessità di uno strumento che possa essere d’aiuto non solo per i cittadini tutti, ma anche per chi è in prima linea nell’offerta dei servizi per la comunità. Investire in programmi di salute mentale deve essere una tra le priorità dell’epoca post-pandemica, ma per farlo è necessario prima di tutto conoscere e monitorare, ed è questo lo scopo dell’Osservatorio”.

Il Covid – mette in luce invece Lorenzin – ha cambiato il nostro modo di vivere, di relazionarci con gli altri, così come ha generato un costante sentimento di incertezza per il futuro. Contestualmente è aumentata la domanda d’aiuto psicologico e psichiatrico, soprattutto nella fascia dei più giovani. La salute mentale rappresenta la salute di un Paese, che spesso soffre senza sapere. L’Osservatorio vuole essere uno strumento di aiuto per promuovere e migliorare la salute dei cittadini e, quindi, dell’Italia”.

Ludovico Baldessin, amministratore delegato di Edra, sottolinea infine come il nostro sia un “cervello sociale”: per questo, “con l’emergenza pandemica e gli stravolgimenti che ogni giorno viviamo, siamo di fronte a una condizione di sofferenza psichica diffusa”. L’Osservatorio, aggiunge, “vuole fotografare lo stato dell’arte e il ‘sommerso’ di pazienti con problemi di salute mentale, così da restituire un quadro completo e contribuire alla definizione di nuovi modelli di gestione“.

Sempre più vicini ai nostri lettori.
Segui Nursind Sanità anche su Telegram