Obbligo vaccinale, Fnomceo: “Riflettere sul ruolo degli Ordini nelle strategie di prevenzione”

22 Giugno 2022

Lo chiede una mozione della Federazione. Sono 4.432 i medici e odontoiatri sospesi per mancata immunizzazione contro il Covid. “Ma l’evoluzione epidemiologia permette di aprire un confronto”

di NS

Sono 4.432 su 468.411, meno dell’1%, i medici e gli odontoiatri italiani attualmente sospesi dagli albi per non aver adempiuto all’immuniziobbligo vaccinale contro il Covid.

A fare il punto sull’applicazione delle norme una mozione, approvata oggi pomeriggio dal comitato centrale, l’organo di governo della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo). La mozione ringrazia gli ordini territoriali per i risultati, ribadisce l’importanza della vaccinazione, e ricorda i 374 colleghi deceduti per il Covid, rilevando come la mortalità tra i medici e gli odontoiatri si sia sostanzialmente azzerata grazie ai vaccini.

Inoltre, il comitato centrale nel testo approvato sottolinea il ruolo degli Ordini e l’autonomia e l’indipendenza della professione e invita i colleghi all’adesione ai principi del Codice deontologico e al rispetto delle norme, quindi tocca un tasto molto caldo, esprimendo una ferma condanna per le aggressioni contro gli ordini.

Ma soprattutto, nelle conclusioni, la mozione approvata sottolinea che l’evoluzione epidemiologica della pandemia e la fruttuosa campagna vaccinale consentono, in assenza di una nuova fase emergenziale, di condividere con le altre Federazioni sanitarie, nell’ambito di un confronto con il Governo, “una riflessione sul ruolo degli Ordini nelle strategie di prevenzione, garantendo in ogni caso la sicurezza delle persone che accedono alle cure”.

Sempre più vicini ai nostri lettori.
Segui Nursind Sanità anche su Telegram